Disturbi del sonno: come intervenire

Ultimo aggiornamento: 20/01/2022
[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

I disturbi del sonno colpiscono molte persone, pregiudicando la qualità della vita. Perché è importante dormire bene e quali sono i rischi di una privazione del riposo notturno?

DISTURBI DEL SONNO: QUALI SONO E COME RICONOSCERLI

Non esiste un solo disturbo del sonno, ma differenti. I principali e più frequenti sono:

  • Insonnia, difficoltà ad addormentarsi.
  • Apnea notturna, temporanea e ciclica interruzione della respirazione che porta a continui risvegli.
  • Sindrome delle gambe senza riposo, disagio causato da un’intensa irrequietezza motoria alle gambe.
  • Epilessia notturna, caratterizzata da esecuzione di movimenti degli arti, scatti e urla.
  • Narcolessia, alternazione neurologica che determina uno squilibrio del meccanismo di regolazione sonno-veglia.

Questi disturbi possono verificarsi in maniera saltuaria e momentanea oppure diventare una vera e propria problematica di salute.

I sintomi tipici di questi disturbi sono:

  • Astenia;
  • Disturbi dell’attenzione, della concentrazione e della memoria (soprattutto in situazioni importanti);
  • Eccessiva sonnolenza diurna;
  • Disturbo dell’umore;
  • Ansia e irritabilità.

DISTURBI DEL SONNO: QUALI SONO LE CAUSE

Diversi fattori possono causare oppure contribuire alla privazione del sonno, come lo stile di vita, il lavoro, abitudini sbagliate, ansia, depressione e malattie sistemiche (disturbi della tiroide, scompenso cardiaco ipertensione arteriosa).

L’abitudine di restare alzati fino a tardi oppure l’addormentarsi con la tv accesa sono fattori che pregiudicano una buona igiene del sonno. Ma anche, l’attività lavorativa, come orari serali oppure i turni notturni possono esserne causa.

Altre cause che possono disturbare il sonno sono: il caffè, l’alcool, la nicotina, l’ingestione di cibi pesanti nelle 3-4 ore prima di coricarsi e l’attività sportiva intensa prima di dormire.

COME INTERVENIRE?

Prima di rivolgersi ad uno specialista ed iniziare una terapia più importante, sarebbe bene curare l’igiene del sonno per capire se la causa del disturbo può essere rimossa con piccoli accorgimenti. Per una buona igiene del sonno:

  • Coricarsi e svegliarsi sempre alla stessa ora;
  • Evitare di guardare la TV in camera prima di addormentarsi;
  • Non utilizzare il cellulare o videogiochi qualche ora prima di coricarsi;
  • Ridurre nicotina, alcool, caffeina e altre bevande eccitanti nell’arco della giornata;
  • Svolgere esercizio fisico regolare (no nelle 3-4 prima di coricarsi);
  • Esporsi con regolarità alla luce solare per favorire il corretto ritmo circadiano.

Se le indicazioni espresse non sono risolutive, sarà il medico specialista a consigliare una terapia più specifica. L’aiuto di uno specialista diventa, infatti, essenziale quando la persona capisce che questo disturbo sta pregiudicando in modo significativo la qualità di vita.

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli

Iscriviti alla Newsletter!

Newsletter
× Hai bisogno di aiuto?