Fisiatria

Fisiatria

INDICE:

  1. Fisiatria: Definizione e Ambiti di Intervento
  2. Il Ruolo del Medico Fisiatra
  3. Fisiatria e Collaborazione Interdisciplinare
  4. Competenze del fisiatra
  5. Procedure diagnostiche eseguite dal fisiatra
  6. Quando rivolgersi al fisiatra

1. Fisiatria: Definizione e Ambiti di Intervento

La fisiatria, nota anche come medicina fisica e riabilitativa (MFR), rappresenta una specialità medica dedicata alla prevenzione, diagnosi, trattamento e riabilitazione delle disabilità derivanti da varie condizioni invalidanti, sia congenite che acquisite. Il suo scopo principale è migliorare la qualità della vita dell’individuo affetto da tali condizioni, concentrandosi principalmente sugli ambiti ortopedico, neurologico e respiratorio.

2. Il Ruolo del Medico Fisiatra

Il medico fisiatra si focalizza principalmente sulle patologie che influenzano l’apparato muscolo-scheletrico e il sistema nervoso, causando alterazioni anatomiche o funzionali e compromettendo l’autonomia del paziente. La sua competenza si estende al trattamento delle malattie che interessano questi sistemi, spesso associati a limitazioni nell’autonomia individuale o perdita di essa.

Dopo un’attenta valutazione delle necessità riabilitative del paziente, il medico fisiatra sviluppa un piano terapeutico personalizzato che determina le modalità e la durata delle prestazioni di medicina fisica e riabilitativa richieste. Le sue attività includono procedure diagnostiche, valutazioni e interventi terapeutici che possono comprendere sia approcci farmacologici che non chirurgici, come la fisioterapia, l’uso di farmaci (anche mediante infiltrazioni), esercizi di ginnastica posturale e l’utilizzo di dispositivi ortopedici.

3. Fisiatria e Collaborazione Interdisciplinare

La collaborazione stretta con i fisioterapisti è fondamentale per definire il piano riabilitativo ottimale per ciascun paziente, stabilendo tempi di recupero, frequenza delle sessioni e tipologia di terapie da seguire, quali terapie manuali, kinesi attiva o passiva, terapie strumentali, esercizi in acqua o in palestra, e altre modalità.

In aggiunta alle attività terapeutiche, il fisiatra può eseguire personalmente procedure diagnostiche avanzate, come l’ecografia muscolo-tendinea, lo studio della conduzione nervosa e l’elettromiografia. Anche in presenza di interventi chirurgici, il fisiatra gioca un ruolo essenziale nella fase di riabilitazione, contribuendo alla pianificazione del percorso post-operatorio e, ove necessario, elaborando protocolli riabilitativi pre-operatori mirati a ottimizzare il recupero del paziente.

4. Competenze del fisiatra:

Anatomia e fisiologia dell’apparato locomotore e del sistema nervoso periferico.

  • Infortuni e malattie dell’apparato locomotore.
  • Patologie dei nervi periferici.

5. Procedure diagnostiche eseguite dal fisiatra:

  • Ecografia muscolo-tendinea: studia la salute di muscoli e tendini.
  • Studio della conduzione nervosa: valuta la funzionalità dei nervi.
  • Elettromiografia: analizza l’attività elettrica dei muscoli.

6. Quando rivolgersi al fisiatra:

  • Dolore a schiena, collo, articolazioni.
  • Contratture muscolari.
  • Tendiniti.
  • Artrosi.
  • Sciatalgia.
  • Tunnel carpale.
  • Disturbi dell’equilibrio.
  • Postumi di traumi o interventi chirurgici.

Ottieni il supporto di specialisti in fisiatria e riabilitazione

ALTRE VISITE SPECIALISTICHE

Specialisti

Disponibile per le seguenti sedi:

  • Sede storica Sforzacosta Via Giulio Natali 1
  • Nuova Sede Sforzacosta Via Giovanni XXIII

Sei interessato a questa prenotazione?

Prenota da qui

Prenotazione - sidebar
Giorno preferito
Fascia Oraria

Il Magazine

× Hai bisogno di aiuto?