Ipertensione arteriosa: cos’è e come affrontarla

Ultimo aggiornamento: 11/12/2021
[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

L’ipertensione arteriosa colpisce il 20% della popolazione adulta ed è una delle patologie più diffuse nei Paesi industrializzati. Ma quali sono le cause che possono determinarne l’insorgenza e soprattutto, come è possibile prevenirla? Vediamolo insieme.

COS’È L’IPERTENSIONE ARTERIOSA

L’ipertensione arteriosa è un disturbo costante della pressione sanguigna, caratterizzato da valore a riposo più alto rispetto ai valori fisiologici normali. In termini numerici, una persona soffre di ipertensione, quando:

  • La pressione arteriosa minima (diastolica) supera costantemente il valore di 90 mm/Hg
  • La pressione arteriosa massima (sistolica) supera costantemente il valore di 140 mm/Hg

CAUSE E FATTORI DI RISCHIO: COSA FA AUMENTARE LA PRESSIONE ARTERIOSA

Nella maggioranza dei casi non è possibile identificare la causa specifica dell’innalzamento della pressione arteriosa (si parla di ipertensione essenziale). Solo in una piccola minoranza di casi è individuabile una precisa causa (ipertensione secondaria), come ad esempio una grave malattia cardiaca, renale, endocrina ma anche diabete o gravidanza.

Tra i fattori che favoriscono l’insorgere dell’ipertensione possiamo citare:

  • predisposizione genetica alla pressione alta;
  • abitudini alimentari scorrette (utilizzo di troppo sale, consumo elevato di caffeina, …);
  • età avanzata;
  • sovrappeso;
  • sedentarietà;
  • depressione;
  • squilibri ormonali;
  • carenza di vitamina D;
  • abuso di alcol;
  • fumo;
  • insonnia e stress;
  • malattie croniche, come il diabete, sindrome delle apnee notturne, patologie renali.

 

Ipertensione arteriosa: ecco i sintomi

L’ipertensione arteriosa è quasi sempre asintomatica e per questo ancora più difficile da riconoscere. In rare condizioni, si possono riscontrare mal di testa, dispnea e sangue dal naso. Tuttavia si tratta di sintomi poco specifici, che non allarmano tempestivamente la persona interessata.

COSA FARE IN CASO DI PRESSIONE ARTERIOSA ALTA?

L’ipertensione è facilmente diagnosticabile attraverso la semplice misurazione della pressione arteriosa. La prima cosa importante da fare, quindi, è monitorare i valori pressori in diverse occasioni e consultare subito il proprio medico, che prescriverà gli esami più specifici a cui sottoporsi. Individuare i fattori di rischio è importante perché permetterà poi di pianificare la terapia più adeguata.

La prima terapia per tenere la pressione arteriosa sotto controllo e per prevenire, più in generale, il rischio di malattie cardiovascolari, è condurre uno stile di vita salutare e quindi:

  • adozione di una dieta sana ed equilibrata (utilizzare poco sale, mangiare frutta e verdura, limitare l’apporto di grassi animali);
  • pratica regolare di esercizio fisico;
  • evitare il fumo e l’abuso di alcol
  • limitare il consumo di caffeina;
  • dormire regolarmente;
  • controllare le situazioni di stress.

Poche semplici regole per vivere a lungo e in salute!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli

Iscriviti alla Newsletter!

Newsletter
× Hai bisogno di aiuto?