Prostatite: cos’è e come si affronta

Ultimo aggiornamento: 08/11/2023

La prostatite è un’infiammazione della prostata, una ghiandola del sistema riproduttivo maschile che secerne il liquido seminale. Questa condizione colpisce principalmente gli uomini di età compresa tra i 30 e i 50 anni, anche se può verificarsi anche in giovane età.

Ci sono diversi tipi di prostatite, ma i sintomi più comuni includono dolore e disagio nella zona pelvica o nel basso addome, minzione frequente, difficoltà a urinare, bruciore durante la minzione, eiaculazione dolorosa e dolore lombare. In alcuni casi, può causare anche febbre e brividi.

Le cause della prostatite possono variare. Nel caso della prostatite batterica, l’infezione di solito si sviluppa a causa di batteri che entrano nella prostata attraverso il sistema urinario o tramite i vasi sanguigni. La prostatite non batterica può essere causata da fattori come lo stress, le infezioni virali o fungine, i traumi alla prostata o i problemi del sistema immunitario. La diagnosi della prostatite coinvolge tipicamente un esame fisico, che include un’analisi della storia clinica e un esame rettale per esaminare la prostata. Possono essere richiesti anche esami del sangue, delle urine e dell’uretra per determinare la causa esatta dell’infiammazione.

Il trattamento della prostatite dipende dal tipo di prostatite diagnosticata. Nella prostatite batterica acuta, è solitamente necessario assumere antibiotici per un periodo di tempo specifico per eliminare l’infezione. È importante assumere l’intero corso degli antibiotici prescritti dal medico per evitare il ritorno dell’infezione. Se la prostatite è causata da un’infezione cronica o da altri fattori non batterici, possono essere prescritti farmaci antinfiammatori o rilassanti muscolari per alleviare i sintomi. Oltre ai farmaci, ci sono alcune misure che si possono adottare per prevenire la prostatite o ridurne il rischio. Mantenere una buona igiene personale, evitando di trattenere l’urina per troppo tempo, urinare completamente quando si va in bagno, evitare la stitichezza, ridurre lo stress e condurre uno stile di vita sano con una dieta bilanciata e l’esercizio fisico possono aiutare a mantenere la prostata sana.

In aggiunta a queste precauzioni, è fondamentale sottoporsi a regolari controlli medici per rilevare eventuali problemi alla prostata in fase precoce. Questo è particolarmente importante per gli uomini sopra i 40 anni, poiché il rischio di sviluppare problemi alla prostata aumenta con l’età.

 

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli

Da Fisiomed nasce Ozono Lab

Da Fisiomed nasce Ozono Lab

Ozono Terapia: di cosa parliamo? Gli studi del Prof. Dr. Tricarico Quando si applica l’Ozono Terapia? Come si applica l’Ozono terapia? L'ozono...

Iscriviti alla Newsletter!

Newsletter
× Prenota Ora