Caldo estivo e trombosi: rischi e prevenzione

Ultimo aggiornamento: 04/07/2022

La trombosi colpisce ogni anno moltissime persone, soprattutto con l’arrivo dell’estate. Riconoscere i sintomi è importante per intervenire tempestivamente ed evitare conseguenze gravi.

TROMBOSI: CHE COS’È

La trombosi è un’anomala coagulazione del sangue che si verifica quando alcuni coaguli (trombi) bloccano i vasi sanguigni impedendo al sangue di fluire normalmente. Si parla di trombosi venosa quando il coagulo di sangue blocca una vena, mentre quando il trombo interessa l’arteria parliamo di trombosi arteriosa.

TROMBOSI: QUALI SONO I SINTOMI

Solitamente la trombosi colpisce gli arti, specialmente le gambe per via della stasi del sangue che tende ad accumularsi alle estremità.

Il soggetto presenterà sintomi come:

  • Gonfiore e pesantezza dell’arto;
  • Aumento del volume dell’arto interessato;
  • Dolori articolari e muscolari simili a crampi;
  • Intorpidimento o debolezza su un lato del corpo;
  • Possibile dolore al petto;
  • Arrossamento della pelle (delle volte può assumere un colorito scuro-brunastro);
  • Sensazione di intenso calore nella zona interessata.

TROMBOSI: QUALI SONO I RISCHI

La trombosi è una situazione da non sottovalutare in quanto il coagulo non solo blocca il flusso sanguigno, ma può staccarsi e spostarsi in un’altra zona del corpo. Se un coagulo in movimento rimane bloccato in un’area critica, come ad esempio polmoni, cuore e cervello, può causare condizioni mortali come infarto, ictus ed embolia polmonare. Pertanto, se si avvertono i sintomi presentati sopra è fondamentale rivolgersi al Pronto Soccorso così da effettuare tempestivamente i dovuti controlli.

TROMBOSI E PRIMI CALDI

Essendo una condizione legata alla circolazione sanguigna, la trombosi diventa ancora più pericolosa con l’arrivo dei primi caldi. Le alte temperature, infatti, tendono a dilatare le vene rendendo più lenta e difficile la circolazione, specialmente nella parte inferiore delle gambe, soggette a maggiore forza di gravità. Per questo motivo, d’estate è più frequente lo sviluppo di vene varicose e problemi di trombosi.

TROMBOSI E PRIMI CALDI: CONSIGLI E PREVENZIONE

Per prevenire gli episodi di trombosi in estate è importante adottare alcuni accorgimenti nel proprio stile di vita:

  • Seguire un’alimentazione sana, ricca di frutta, verdura, legumi e cereali e povera di cibi salati e grassi saturi.
  • Idratarsi bene bevendo molta acqua, no invece alle bevande zuccherate che aumentano la disidratazione.
  • Passeggiare, nuotare, praticare della leggera e costante attività fisica aiuta a mantenere la circolazione attiva.
  • Anche da seduti è possibile favorire la circolazione sanguigna: ruotando le caviglie, flettendo le dita, alzando e abbassando i talloni, contraendo i polpacci.
  • Evitare di uscire o stare al sole nelle ore più calde.
  • È possibile utilizzare delle calze elastiche che aiutano il sangue a tornare con rapidità al cuore.
  • Per chi ha familiarità con l’ipertensione, è opportuno intensificare i controlli della circolazione sanguigna.

 

ARTICOLI CORRELATI

Ultimi Articoli

Iscriviti alla Newsletter!

Newsletter
× Hai bisogno di aiuto?